Navighiamo e sprofondiamo nelle stesse acque di sempre

nutro la menzogna sull’impossibilità di respirare ancora, non sarà il rimorso a trascinarmi ancora, se improvviso ancora una poesia.

Ricomincio da me, qui non servono solo parole, lo faccio per me, all’alba di ogni partenza c’è sempre un finale, sai cos’è?

un cielo stellato di me,

un viaggio con la mente, verso ciò che sono portata a desiderare, nonostante tutto, non c’è stato gesto, lacrima, urlo, che non abbia portato il mio marchio,

Guardavo la vita scivolarmi tra le dita, tagliente come vetro e trasparente, ora che la guardo porta il mio sangue.

non è l’ultimo, non è l’ultimo ostacolo, non voglio nemmeno che lo sia. Cammino ancora sui carboni ardenti.

La gioia di sentirmi accanto, la gioia di sapere cos’è l’amore, ti ho cercato e ti ho trovato, una goccia di rugiada in piena estate.

Fuoco sulla pelle, un’anima che brucia, esisti solo tu, nel buio della notte, sognando ad occhi aperti, stringo tra le mani queste parole.

Fino al cielo si eleva l’attesa di un nuovo inizio, da qui, non cambierò idea.

Domani sarà un’altra storia, anche se non posso convincermi a dimenticare, più cancelli e più ti resta il segno, ne hai da sfiorare.

Cicatrici, un male consapevole, anche se non vuoi, loro sono li, ognuno porta la sua storia scritta sulla pelle.

Puoi lasciare alle spalle le parole scontate, ma tutto rimane…

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...