Will Hunting _ genio ribello

Non c’è niente di te che io non possa aver imparato da qualche cazzo di libro (…) sai che c’è? La cosa mi affascina solo se mi parli di te, allora sì, si fa interessante. Il resto sono solo parole.

Puoi passare la vita senza conoscere veramente qualcuno, allora ti puoi immaginare perfetto, per non aver mai rischiato. Tu non sei perfetto, forse nemmeno lei. Ma l’importante è essere perfetti l’uno per l’altro. Non trovi?

Lei? Lei è morta. Il tempo è scaduto

-Pensavo mi chiamassi -Ho avuto da fare -Si, anche io -Allora usciamo ancora? -E quando? -forse domani? (…) Che ci fai qui, non era domani? (…) Non potevo aspettare.

Sa, ho letto il suo libro Ah, allora sei masochista

Ho molto di cui rammaricarmi, ma non del tempo passato con lei. 21 ottobre 1985 il giorno della partita. Il giorno che capì che era la donna della mia vita. Dov’era se non alla partita? Io? Ad occuparmi di una ragazza nel bar accanto. E i suoi amici l’hanno lasciato fare?! Certo! Videro nei miei occhi che ero serio.

L’orientamento è una cosa, la manipolazione è un’altra. Perché non gli dai modo di capire cosa vuole veramente?

“Se non mi ami dimmelo!”
“Non sto dicendo che non ti amo”
“Ma cosa di cosa hai paura?”
“Paura?”
“Allora di cosa non hai paura?”
“Cosa stai dicendo?!”
“Hai paura che io non possa amarti!” “Paura?! Cos’ho un cartello sulla schiena con su scritto “salvatemi?! Di cosa vuoi sapere? Che sono orfano, che non ho i tuoi soldi? (…) no, io non ti amo!”

“Sei solo?”
“In che senso?”
“Qualcuno che ti tocca dentro?” “Shakespeare, ..”
“Non hai dialogo, sono morti”
“Posso farli rivivere”
“Puoi fare quello che vuoi, se non hai legami” (…)
“Non ti nascondere, allora? Cosa vuoi fare?”
“Il pastore. Prendere qualche pecora e starmene da solo” (…)
Hai puttanate da rifilare a chiunque, ma poi ad una semplice domanda non rispondi. E sai perché? Perché semplicemente non lo sai. “Cosa vuoi?”

Tu hai una cosa che nessuno ha! Ma sei troppo smidollato per rendertene conto. Sai qual’è la parte migliore della mia giornata? 10 secondi in cui mi immagino tu che non ci sia più. Nessun addio nessun ciao. Tu che sei andato e hai preso la scelta giusta.

Respinge le persone ancor prima che queste lo respingono. È un meccanismo di difesa. Tu non sei lui! Lo capisci?!

“Tutta questa merda non è colpa tua” “Lo so” “Non è colpa, non è colpa tua, non è colpa tua…” “Non mi prenda per il culo” “Non è colpa tua, che si fottano tutti”
..che si fottano tutti

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. dimmibarbie ha detto:

    film splendido, grazie del post e delle citazioni,
    Barbara 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Musa ha detto:

      film bello davvero :)! grazie per il feedback.
      Nottenottee

      Liked by 1 persona

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...