reminiscenza

il

Piaceva anche solo l’idea, le idee sono atemporali, non so bene dove collocarle in questo presente. L’idea che si poteva cambiare, impazzire, rivoluzionare… invertire il sistema, qualsiasi cosa. Si poteva fare. Come quando inserisci l’ultimo pezzo del puzzle e guardi l’insieme che hai messo su, magnifico non trovi? Ecco, mi bastava l’idea per rincorrerla. Un fermo immagine davanti alla retina dell’occhio, il resto dietro a conformarsi. Un cambio di prospettiva che avrebbe ripulito il cervello dalla polvere accumulata negli anni. Non era un sogno da ragazzina, era il sottofondo ritmico che scandiva le giornate, uno..due..tre…uno..due..tre..mi sentivo martellata, non me ne facevo niente dei loro rimproveri, dei loro consigli, non avevano idea del fuoco che mi rodeva dentro, una granata a breve scadenza. Cercavo solo la giusta approvazione per continuare il percorso, nient’altro, ma si lamentavano della mancanza di affetto che dimostravo nei loro confronti. Forse avevano ragione, non riuscivano a capire che sarei ritornata da loro, se avessero smesso di strattonarmi il cuore. Se fossero arrivati a capire che tutti noi soffriamo, ma c’è chi di questa sofferenza ne vuole fare esperienza. Mi piaceva l’idea che avrei potuto cambiare, che quella morsa allo stomaco un giorno si sarebbe allentata.

https://i1.wp.com/www.finanzaonline.com/forum/attachments/lamaca/1864880d1391257785-e-partenza-dal-2-binario-il-treno-per-lasciare-andare.jpg

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...