oltre il bancone della pasticceria

il

“Ma lei?”

gliela indicai in fondo ad un tavolo da caffè, oltre il bancone di una costosa pasticceria artiginale. Ne intravedevo le ciocche dei capelli castani sulle spalle, l’asta degli occhiali, le mani intrecciate e le gambe piegate sotto il tavolino.

“lei, davanti al caffè” l’ennesimo, sospirai con me stesso, quante volte.

Non mi crede, si sporge in avanti, sposta i passanti e le sedie all’esterno dell’entrata. Continua ad osservare quel volto, ai suoi occhi sconosciuto. “Non mi piace, beve troppo caffè, è al quarto!”

“chi non ha vizi” lei è un caso patologico, sospiro ancora. Mi fa girare verso di lei “non pensarci” che invitante invito… “tu, se non le albicocche!” disse prendendomi il viso e sfiorandomi le labbra. Un sapore nuovo, pensai. E se la bacio anche io, ma che sapore ha? Non è caffè, non è albicocca.

https://ladyhowke89.files.wordpress.com/2013/02/abandono.jpg?w=450&h=272

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...