Controllo monotono

preda2

E’ piacevole avere il controllo sulle persone e su sé stessi. A un certo punto potrebbe divenire noioso e monotono. Mi soffermo sul controllo che si può avere su una persona, in questo caso di sesso maschile e che vogliamo stuzzicare. E’ bello poter decidere quando farci apprezzare e far sì che ci dia attenzioni. Sarebbe altrettanto bello se lui non cascasse ogni volta nella trappola e riuscisse a tener testa. Ecco il controllo monotono, tutti cascano nella rete e tutti reagiscono alla stessa maniera, il gioco è prevedibile, tutto è piatto e così palesemente noioso. Seppur noioso, monotono e banale, quando la “preda” distoglie la propria attenzione dal “cacciatore”, scatta il minimo istinto di gelosia. Non è corretto definirla tale, poiché è solamente la consapevolezza di non aver più nessuno da stuzzicare e controllare, nessuno che ti presti più attenzioni. Ovviamente, la “preda” ricasca nuovamente nella trappola non appena noi cacciatori possessori del controllo, ricorriamo ai ripari. Qui vi è la monotonia, la “preda” non riesce a sovrastarci od ostacolarci, finiamo così per perdere l’interesse su di essa. Puntiamo ad un’ altra sfortunata vittima, tenendoci comunque salda la precedente. Alla fine dei giochi colei che resta amareggiata, non è la “preda”, bensì colei che ha innescato la trappola.

Annunci

27 thoughts on “Controllo monotono

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...