Analisi del 2015, siete tutti sotto accusa!

I folletti senza scarpe delle statistiche di WordPress hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog. Pubblico con affetto con voi questa piccola sintesi di pensieri e scambi di opinioni che hanno fatto da filo conduttore. Che altro si può aggiungere? Auguri per un Buon 2016 a voi! 😀 😀 ... Buona letturaa..! Ecco... Continue Reading →

Annunci

materia grigia cerca materia grigia

Sono un rivalutativo, uno di quelli che valuta e poi rivaluta. E' una ginnastica mentale notevole, per dirla in termini fini. Un equilibrio instabile tra pensiero riflessivo e paranoie ossessive. E' ho pensato, in un modo alquanto bizzarro, che tutta la mia vita sia nella mia testa. Che gli eventi abbiano un significato dettato dalle mie... Continue Reading →

venduti e vedute

La stracciatella è paragonabile alla variegata di pensieri. Tipico di chi al posto del cervello ha una carta stropicciata e qualcosa per scrivere. Tra le macchie d'inchiostro ho visto un volto, un volto poco gradito, a distanza di tempo ha preso dei lineamenti familiari. Sai? E' quella storia su un ragazzo di strada, nemmeno un soldo in tasca... Continue Reading →

L’inizio di un qualcosa?

Appena i loro occhi si incontrarono, entrarono in una nuova dimensione, la loro. Tutto, intorno, scomparve, le parole si fermarono, i gesti si interruppero, si seguirono entrambi. Fu Jack a non perdere di vista Amber. Lei gli parlò con disinvoltura. In realtà il suo cuore palpitava all'impazzata, si sentiva goffa, stupida, impacciata, ma serena, sì,... Continue Reading →

E pace fu…

Smise di pensare, ragionare, sentirsi inadeguata, cupa, fredda. Si lasciò trasportare da ciò che le veniva incontro, basta razionalità! Si vive con l'irrazionalità, l'istinto, le emozioni, la follia, il bisogno di viversi e godersi il momento. Le bastò un'anima combaciata alla sua, la sintonia, il giusto essere.

(Dicono)

Dicono che non si è davvero persi finchè un pensiero ti riporta a casa come il filo d'Arianna ma creando vortici d'astrattezze si perde la via lasciarsi tendere dalle polarità tra chi vogliono che tu sia e chi sei veramente optando per una mezza vita una mezza verità un fermacarte nel libro giusto sulla pagina sbagliata realizza,... Continue Reading →

take_me_home_*

Riportami a casa. Riportami alla tranquillità, ai bei momenti, ricordami che in tutto sto casino esiste qualcosa di buono.  Ricordami cosa voglia dire. Cosa voglia dire essere quel qualcuno a cui rivolgi l'ultimo pensiero della giornata. Riportami a casa dal sentiero più tortuoso, non m'importa dei sassi e delle buche lungo il percorso, li potrei... Continue Reading →

il soliloquio del folle #un giro nel cervello

Stava ancora macchinando su come avrebbe dovuto costruire il prossimo castello di carte. Cosa usare per la malta, il materiale delle delle carte. Pensieri fluidi a far da base a pesantezze nell'animo. Di chi sarebbe stato il progetto, si mormora nel cantiere centrale. In periferia arrivano i suggerimenti. Stabilità o flessibilità, stare in allerta o rilassati agli eventi. Il folle... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: