1° domanda esistenziale!

C’è sempre qualcosa che non va, quando trovi qualcuno che è in perfetta sintonia con te, vi è sempre qualcosa che non combacia. Si dice che prima o poi arrivi la persona giusta, ma si continuano ad incontrare altre persone a cui si è affini e con le quali si crea un’alchimia. Persone definite esperienze. Esperienze che servono a formare il carattere, a definire l’essere, a tracciarne le sfumature. Una volta creatasi la propria persona, si incontra l’altra metà della mela, o almeno, si pensa che le esperienze possano essere utili a questo. A prepararsi in vista dell’arrivo. Eppure vi sono persone che crescono insieme, altre che si incontrano in fase adolescenziale, tappe in cui l’essere non è ancora definito completamente, tappe che vengono affrontante insieme da ambedue le parti. Perché fare ciò? Perché incontrare diverse persone, con le quali si creano e si instaurano dei rapporti, per lasciarsele poi alle spalle e legarsi con colei che è definita la persona giusta, colei che ti completa? Perché non trovare solo lei? C’è chi dice che non vi sarebbe gusto a trovarla subito, chi pensa che sia utile cercarla fra varia gente per capire quale sia, chi afferma che bisogna prima penare un po’ per poi poter essere sereni e felici.

anima-gemella-in

E voi cittadini di WordPress che ne pensate? Quali sono le vostre opinioni, i vostri pensieri, le vostre convinzioni, le vostre risposte? Mi piacerebbe avere dei confronti. Quindi fatemi sapere che ne pensate e se vi è chiara la mia domanda esistenziale. 😉

Annunci

21 thoughts on “1° domanda esistenziale!

  1. Credevo di averla trovata e, nel caso, spero in un suo ritorno.
    In generale, mettendo l’amore sopra ogni cosa, non sono tipo da “una botta e via” (=tanti tentativi): potendo, vorrei trovarla subito e non pensarci più.

    Liked by 1 persona

  2. Come non ritrovarmi quasi perfettamente nella tua riflessione? Credo che la persona giusta non si debba cercare, forse è vero in parte che si debba penare per essere poi felici. La persona giusta si incontra apparentemente per caso, io sono convinto che nulla accade per caso e quando la giusta alchimia si realizza il gioco è fatto. A questo proposito recentemente io non avevo neanche cercato, anzi per dirla tutta avevo accuratamente evitato, avevo detto a me stesso che non era il caso, che non avrei avuto seguito, mi sono inventato tutte le scuse possibili per dimostrare a me stesso che non potevo accostarmi neanche a questa persona. Poi non ce l’ho fatta più a reprimermi e mi sono aperto e “rivelato”. Ma ci sono stati altri impedimenti, non da parte mia, che hanno reso impossibile il congiungimento, c’è stata sì unione di mente, di spirito, di cuore e parziale condivisione, ma poi le barriere hanno finito per essere insormontabili ed è stata la fine.
    Che dire di più… che spero anche io in un suo ritorno… Ma può essere solo una speranza, mica posso prendere quello che non mi appartiene né aiutare il destino, l’ho già fatto e non è servito a nulla.

    Mi piace

  3. Cara penso che non si può mai generalizzare. Per alcuni la persona della tua vita l’incontri in tempi brevi altre volte sono necessari vari incotri con altre persone prima di incontrare l’amore della tua vita. Concordo però che gli amori adolescenziali non sono quasi mai quelli definitivi. Specie ai giorni nostri dove gli incontri si moltiplicano e così le esperienze e diventa snmpre più difficile avere una piena sintonia di coppia, Un abbraccio

    Mi piace

  4. è come con il viaggio, l’importante non è la meta (trovare l’anima gemella come fosse nel terzo scaffale a sinistra, tra i gianduiotti e i biscotti di meliga da auchan) ma l’andare stesso, che sia un muoversi leggero e serio, disposto allo stupore.
    ml

    Mi piace

  5. Pensare che la persona giusta sia quella che si combacia perfettamente con te è pura utopia. Il perfetto non esiste e non esisterà mai. Basta leggersi dentro con sincera realtà e scopriamo che siamo imperfetti. Due zoppi non fanno una persona perfetta. Due imperfetti – e lo siamo tutti – non fanno una coppia perfetta. Si deve cercare chi si integra maggiormente con noi e viceversa. Il passato serve per non ripetere nel futuro gli errori – e li commettiamo sempre – o meglio evitare di ricadere negli errori passati. Tutto fa esperienza, tutto forma.

    Mi piace

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...