Una bolla per due

il

Con i “se” e con i “ma” non si fa storia, ma cara mia.. se di strada ne hai fatto nel mio animo. Come sarebbe andata? Se avessi accettato l’invito, se avessi detto okay. Hai quella tecnica bastarda di far leva sull’orgoglio e sul senso di colpa nello stesso momento. Un vaffanculo e poi, ma dove vai? Resta. Non te l’ho mai detto, ma resta, che ti costa, non stavi bene come dicevi forse. Dove vai, dove vai. C’è un casino tale fuori che rinchiuderti nella nostra bolla è un saggio modo di passare la notte, cancella il numero di quello stronzo, cosa ti manca per essere felice? Qui e ora, solo per adesso. Poi per tanti altri qui e ora. Nell’intervallo di una decisione, facendo appello alle mie più gravi mancanze, non mi consideri alla tua altezza. Quand’è stata l’ultima volta che ti sei chiesta cosa stessi passando, dall’altra parte della street. Posso guadagnare più soldi, comprarti regali più costosi, darti anima e corpo, ciò che vuoi, ma sembra il supplizio per un peccato originale, dove sbaglio con te, con noi. Ti rinchiuderei in una bolla di attenzioni, seguirti e portarti in altri posti, dimenticandomi di tutto ciò che non funziona, perchè è così che poteva andare bene, dimenticare il casino e far funzionare Noi. Di breve durata, se volevi divertirti è così che potevi giocare. Ho superato scogli solo per vederti mostrare il tuo sorriso in un selfie, allargato dai “mi piace” di gente a casaccio che entrava nel tuo profilo. Chissà se ha avuto via libera solo in quel senso, perdonami. Anche stanotte, ho un buon modo per farti passare le ore, resta in questa bolla di sapone.

Annunci

7 commenti Aggiungi il tuo

  1. newwhitebear ha detto:

    Non vorrei avere capito male ma la voce narrante si ri rivolge a una persona di sesso femminile. E qui entro in confusione. E’ Musa che parla o è un altro che parla rivolgendosi a Musa o chi per ella?
    Coi se e coi ma non si va da nessuna parte ma solo rimpianti e recriminazioni. Quindi la bolla per due fa parte di questi se e di questi ma che costellano la nostra esistenza?

    Mi piace

    1. Musa ha detto:

      Sulla voce narrante ci hai preso, perchè mi piace usare un alter ego al maschile. Penso di averti risolto la prima parte.. Sulla bolla di sapone è un pò la sintesi di una relazione dove lui cerca di dare il meglio e lei dimostra insofferenza. Così va meglio? Potrei riscriverlo

      Liked by 1 persona

      1. newwhitebear ha detto:

        Sì, avevo letto tra le righe l’insofferenza di lei. Sulla voce narrante avevo capito la voce al maschile ma poi mi era venuto un dubbio, visti i tempi 😀

        Mi piace

      2. Musa ha detto:

        Ahah 😂

        Liked by 1 persona

      3. newwhitebear ha detto:

        Ti sento di buon umore. Dolce sera

        Mi piace

      4. Musa ha detto:

        Forse la Domenica? Serena serata ☺

        Liked by 1 persona

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...