Il sesso dei colori, VIII parte

“cosa potresti fare? E’ diventata una guerra psicologica fra donne a questo punto! Sempre più interessante, potresti farne un articolo!”

“Altre idee più brillanti?” sarcasmo gratuito.

Lo guardo quel tanto che mi basta per elaborare un piano e mettere in equilibrio la situazione, almeno nel mio immaginario.

“Passo dall’editoria frattanto, ho qualcosa da rivedere…”

“Del tipo?”
“Ti saprò dire”
Saluto frettolosamente, dimenticando le buone maniere, con la mente già visualizzavo la videoteca dell’editoria, fu un’idea di Giorgia installare delle telecamere, non ne capì l’utilità tempo indietro. Tutt’oggi cambio radicalmente opinione. Inizia a piovere quando sono già a metà strada, una sensazione tra il carico ed il rassegnato, allargo le spalle in un ampio sospiro. Per quanti sforzi faccia, per quanto sia l’impegno, dall’editoria al matrimonio vivo ancora e sempre con il fallimento o l’intoppo dietro l’angolo. Faccio partire i tergicristalli. Attorno i colori si inscuriscono, grigiore di nuvole, violaceo all’orizzonte, verde inscurito delle foglie. Aria di temporale e di cambiamenti inattesi.

Parcheggio di fretta lasciando la macchina fuori righe. Dieci passi e sono già con i vestiti zuppi, avranno il loro da fare l’indomani mattino il servizio di pulizia. La videoteca si trova accanto all’ufficio di Giorgia, avrà lasciato le chiavi in ufficio? Ormai tutti sono rientrati, passo veloce il corridoio in legno dell’entrata e risalgo le scale per il secondo piano, passo un alto corridoio. L’ufficio di Samuel, di Luca, Giulia ed infine il suo. L’entrata dice tutto o quasi. Un enorme rosa rossa dipinta sulla porta in legno, giusto per precisare il ruolo all’interno dell’editoria. Chissà cos’avrei dovuto far dipingere sulla mia di porta penso ad alta voce. Provo ad aprire e per fortuna ha lasciato aperto, erano mesi che non mettevo piede qui dentro, dove l’avrà messa? Rovisto nei cassetti e sopra la scrivania, nulla. Troppo scontato perfino per lei, cerco di aprire l’armadietto a tre ante in vetro opacizzato, forzo un po’, è chiuso. Diamine! Cosa avrà tanto da nascondere? Rovisto ancora in giro, guardandomi attorno frustato. Ripasso la scrivania,i cassetti, dentro il porta matite, tra le cartelle sopra un tavolino ad angolo abbastanza anonimo. Mmmh, i tavolini ad angolo hanno cassetti piccoli sul parte anteriore. Passo le dita sopra cercando un’irregolarità sulla superficie tirata a lucido e nera, diversi tentativi, possibile? Nulla. Finché qualcosa non cattura la mia attenzione, una piccola casetta di legno appesa al muro con diversi souvenir infilati tra le fessure rifinite nel legno stesso, guardo meglio alla ricerca di qualcosa che potrebbe tornare utile. Animaletti di swarovski e palline con l’illusione di neve all’interno, altri oggettini e carinerie, alcuni glieli li riconosco come regali fatti da me durante il nostro fidanzamento, un periodo più felice e sereno, rispetto al matrimonio. Diversi ricordi affiorano, le gite in montagna, le settimane all’estero in città sempre diverse, Spagna, Francia, Germania, Russia. Ogni posto un ricordo, li osservo sorridendo piano. Sono giorni ormai sfumati grazie ad una firma con l’avvocato. Ci dissero che il nostro divorzio era stato tra i più tranquilli e consensuali, ancora non mi rassegno per quella frase detta con una non indifferente presunzione. Quasi metto in secondo piano l’obiettivo, trovare la chiave. Da sola si fa trovare al centro della casetta, quasi da ornamento, la prendo delicatamente, pensando se fosse davvero il caso di andare fino in fondo alla faccenda. Se lasciassi tutto com’è, con il beneficio del dubbio Giorgia e tornassi da Annie, chiedendo…cosa? Un ritorno? Non c’è storia fra noi che richieda un ritorno.

Gioco con le chiavi tra le dita, gli oggetti mi parlano nel loro silenzio. Cosa fare, quando non hai nulla da guadagnare?

Con Giorgia è storia finita, Annie non ne vuole saper o così sembrerebbe. Perlomeno potrei capire che genere di parole si sono dette ed il motivo che ha convinto Annie a venire fino a qui.

Riguardo l’ufficio, probabilmente qualcosa è andato fuori posto, Giorgia se ne farà una ragione al riguardo, richiudo la porta ed imbocco l’altro corridoio per la videoteca.

Per terra noto alcune traccie di bagnato o sporco, possibile. Rimango guardingo prima di provare ad aprire la maniglia, non mi sorprendo nel trovarla aperta.

“Ne hai messo di tempo” risuona la voce di Giorgia dall’interno

“Non molto si direbbe, hai avuto modo di maturare idee brillanti vedo, con questa ennesima trovata”

“Quasi, con l’espediente dei ricordi pensavo di farti ricredere, di fatto invece mi hai sorpreso”

“Ho avuto altre ragioni per proseguire, tra cui Annie”

“Cos’ha di speciale dalle altre, non mi sembra il tuo tipo. Ed sposata”

“Ciò non ti riguarda, ricordi?”

“Certo che mi ricordo, così come ripenso al nostro divorzio come un incidente di percorso”

“Umh, i tuoi deliri di onnipotenza stanno raggiungendo vette alte. Annie è qualcosa che non riguarda nulla di ciò che è stato fra noi. Forse per quello la desidero”

“La desideri come hai desiderato me?”

“No, non sarà mai com’è stato con te. E’ diverso, ed è ciò che ricerco. Ora vorrei capire cos’è successo ed andare fino in fondo a questa storia”

“No che non lo vuoi, è solo orgoglio maschile”

“Giorgia, fatti da parte”

“No”

“Visto che siamo ad un punto morto cosa proponi? Potrei lasciarti qui le chiavi ed ignorarti per il resto del tempo o puoi lasciare che sappia cos’è successo ed affidarti a ciò che sono stato nei ricordi che hai conservato nella casetta in legno appesa in ufficio. Se hai immaginato ogni mia mossa, non ti sarà difficile capire le prossime. Succede così quando si ha a che fare con una persona trasparente nel bene e nel male”

“Sei sempre stato trasparente, anche adesso che non ho nulla da perderci o guadagnarci capisco come siamo arrivati a questo punto. Fa come preferisci, sei qui per questo”

Lascia la stanza, i passi risuonano lenti e contenuti. La osservo con la coda dell’occhio rimanendo sulla mia posizione, senza spostarmi o girarmi. Giorgia ha un significato particolare nella mia vita, ma qualcos’altro si è fatto strada. Una persona che non mi pretende, ma mi possiede con l’attrattiva dei suoi colori. Può essere anche questo il gusto della vita, lasciarsi andare a qualcosa di non ben definito, ma con un potere attrattivo per noi soltanto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

30 commenti Aggiungi il tuo

  1. newwhitebear ha detto:

    un po’ pochino è la puntata. Forza e coraggio. Scrivi, scrivi, scrivi

    Mi piace

    1. Musa ha detto:

      È da continuare! Mannaggia al tempo..eterno rivale e dittatore, ritorna cosi

      Liked by 1 persona

      1. newwhitebear ha detto:

        Gareggi col tempo? E’ fatica sprecata. Perderai sempre. Io glielo dò sempre vinta.

        Liked by 1 persona

      2. Musa ha detto:

        Era pace fatta.. ma ritorna la rivalità 😠

        Liked by 1 persona

      3. newwhitebear ha detto:

        Brutta gara… 😀

        Mi piace

      4. Musa ha detto:

        Siamo forse di ritorno.. che vento gira da quelle parti?

        Liked by 1 persona

      5. newwhitebear ha detto:

        vento e pioggia.

        Mi piace

      6. Musa ha detto:

        Tira una brutta aria anche da queste parti.. ma ha portato buone idee, si spera

        Liked by 1 persona

      7. newwhitebear ha detto:

        Vediamo se portano il sereno

        Mi piace

      8. Musa ha detto:

        Vedremo..

        Liked by 1 persona

      9. Musa ha detto:

        prova a ricontrollare l’indirizzo e-mail se è corretto, non ho altre alternative..

        Liked by 1 persona

      10. newwhitebear ha detto:

        Se è corretto? Penso di sì! 😀
        Rispondo alla tua mail e poi il mio serve di posta risponde così
        – These recipients of your message have been processed by the mail server:
        @@@@@.@@@@@@live.it; Failed; 4.4.7 (delivery time expired)
        Ho nascosto con @ la prima parte.

        Liked by 1 persona

      11. Musa ha detto:

        Chiaro.. quindi o il problema parte dalla tua e-mail o non saprei. Le mie arrivano invece?

        Liked by 1 persona

      12. newwhitebear ha detto:

        Il problema è in live.it. Comunque pazienza.

        Mi piace

      13. Musa ha detto:

        Poste italiane colpisce ancora..

        Liked by 1 persona

      14. newwhitebear ha detto:

        Ho usato una mail del mio sito. L’hai ricevuta? Credo proprio di no.

        Mi piace

      15. Musa ha detto:

        ora sì,ho risposto.

        Liked by 1 persona

      16. newwhitebear ha detto:

        A questo punto non so che dire. L’indirizzo l’ho ricavato dalla rubrica. Quindi… se così funziona userò questo canale.

        Liked by 1 persona

      17. Musa ha detto:

        Se hai ricevuto la mia risposta allora funziona.. cosa ne dice orsobianco

        Liked by 1 persona

      18. newwhitebear ha detto:

        evidentemente alice.it e live.it si guardano in cagnesco, facendosi i dispetti. Se il male è tutto qui, uso l’altro canale

        Mi piace

      19. Musa ha detto:

        Eh si.. con l’altro canale sembra andare meglio

        Liked by 1 persona

      20. newwhitebear ha detto:

        Finché dura…

        Mi piace

      21. Musa ha detto:

        dov’è finito il sano ottimismo dell’orsobianco

        Liked by 1 persona

      22. newwhitebear ha detto:

        più ottimista di così 😀

        Mi piace

      23. Musa ha detto:

        Ti ho citato nell’ultimo post nel “raccolta completa”

        Liked by 1 persona

      24. newwhitebear ha detto:

        Grazie. Lo leggerò domani. Stasera sono alquanto stanco. Una giornata un po’ movimentata.
        Notte

        Liked by 1 persona

      25. Musa ha detto:

        Alla prossima!

        Liked by 1 persona

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...