Gli inganni dell’ordinario

c’è quell’allarme del vicino che parte ogni Domenica alla solita ora,
talmente ordinario che nessuno più ci fa caso
c’è poi quel cane libero per le vie del paese,
talmente ordinario che pochi ci fanno caso
c’è il parcheggio pieno al Bar alla solita ora
talmente ordinario che ci fai l’abitudine
c’è poi l’ora di chiusura degli uffici al Venerdì
talmente ordinario che tutti ci adeguiamo
c’è poi il mercato del Giovedì ed il fruttivendolo con le offerte
talmente ordinario e pensiamo sia sempre stato così
c’è poi da liberare il piazzale al Mercoledì per il Giovedì,
talmente ordinario che sai cosa farne
c’è poi quel Martedì in cui devi fare tutto, pensando al Mercoledì, Giovedì, Venerdì
C’è poi il Lunedì, un terno al lotto
Poi la Domenica,
talmente ordinaria che hai tempo per pensare alla settimana che si aprirà
Forse son così tutte le cose,
talmente ordinarie che smetti di chiedertene il senso e lasci correre tutto

 

Annunci

35 thoughts on “Gli inganni dell’ordinario

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...