per di qua, …

E’ lei e soltanto lei, il disastro d’un sogno inatteso per tanto dire, magari poi o magari se. Potrebbe cambiare o tormentare un’altra ciocca di capelli nell’attesa. Ci fosse il momento, illuminato da un’insegna, per di qua il cambiamento. Chi potrebbe dirlo? Se solo fosse vero “qui, sei molto più eloquente” indicando con un dito  la sua testa, piegata e incorniciata da un mezzo sorriso. Chi avrebbe potuto dirlo o ipotizzarlo, una notizia, una frase, un augurio. Se fosse solo più visibile, l’insegna -per di qua il cambiamento-. Qualcuno che sappia prevedere e che abbia ragione da vendere, ma chi? Se esiste. Cambiando, progettando, la radio nella testa senza poter staccare la spina. Sei, devi, fai, costruisci. Per chi stai combattendo i mulini a vento?  Credi ancora che scalando la montagna tu possa trovare una meritata pace, intoccabile? Stai riguardando così tante cose dal passato. Gliene dai una seconda passata, riviste e rispolverate sotto una luce di lucida esecuzione.

Annunci

E tu, cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...