It’s the peace you give me…

https://www.youtube.com/watch?v=e79oCifK8xM   It's the peace you give me...

Annunci

se solo, …

Se mi guardassi adesso vedresti molto più di quel che credevi che fossi. Saresti pronto a sforare il limite di un sentimento. Ed è questa la tua più grande paura, quella di guardarmi negli occhi. Sì, perché se mi guardassi adesso mi ameresti altrettanto di più. Vedresti la donna che sono diventata dopo i colpi... Continue Reading →

scala reale – nona ed ultima parte

(...) Ho in mente un posto dove andare prima che cali il tramonto. ___________________________ Sono qui. Il posto è immobile e sospeso. E' un ponte chiuso da un paio d'anni circa per ristrutturazione, da questa prospettiva si osserva la città. Risalgo fino al punto più alto, piazzandomi in mezzo, sento i nervi tirare, vertigini, poco... Continue Reading →

scala reale – ottava parte

(...) Sento dai passi misurati sul pavimenti che si sta allontandando, ho gli occhi pesanti, il corpo intorpidito, una gran voglia di dormire. Nulla. ___________________________ Sono con Christopher, uno dei due della coppia gay di ieri, oppure oggi "perchè sono legata" mi esce una frase disarticolata -"ti abbiamo trovata nella piscina privata sul retro, svestita-... Continue Reading →

scala reale – settima parte

(...) -“John- Poi più nulla. ___________________________ Riapro gli occhi, un poco mi riprendo, riconosco una camera d'albergo, non è la solita. Sento le gambe intorpidite ed uno strano formicolio alle mani, realizzo che sono legata, sembra e sento un tessuto morbido. Apro del tutto gli occhi, ma il corpo non reagisce "dici che l'abbia drogata?"... Continue Reading →

scala reale – quarta parte

(...) Mi raccolgo su me stessa, cercando di prendere ordine, mi volto per guardarlo, oltre che avere una delle sue migliori erezioni, ha anche indossato il preservativo; "l'abito per tutto" sorride, passandosi una mano tra i capelli scuri e corti -mi piaci- affermo, volgendo lo sguardo altrove, cosa mi salta in mente? -scendiamo di sotto?-... Continue Reading →

scala reale – terza parte

(...) Appoggio il bicchiere, me ne bevo un altro, stavolta lo sento di più, il bruciore si trasforma in un’altra sensazione, la testa vacilla, Poggio il bicchiere ”da dove iniziamo?’ ___________________________ Mi afferra per la vita con entambe le mani, penso che rimaranno dei segni, inarco la schiena e ci baciamo. Sono in braccio a... Continue Reading →

scala reale – seconda parte

(...) Capisce o almeno credo che capisca, supera, allungando il passo fino alla porta dell’ascensore, gli rivolgo un cenno, preferisco prendere le scale. ___________________________ Una volta entrati, osservo attorno, conosco i dettagli della stanza, li riscopro con piacere. E' un tipo di arredamento ricercato. Piacevole. Stranamente piacevole, per una camera d'albergo. Arredamento Shabby Chic in... Continue Reading →

scala reale – prima parte

(...) Sorvolai sul pensiero, ma è come se si fosse inserito nella tasca dei jeans, tanto da rallentarmi il passo, misurando il ticchettio del tacco a spillo sul pavimento lastricato di marmo, dell'ingresso aziendale. Avvertìi qualche brivido lungo la schiena, soppesando le sue parole. ___________________________ Credo che berrò qualcosa, so di essere in anticipo stasera,... Continue Reading →

Introduzione – scala reale

Siamo ai primi di Agosto, l'aria è pesante e calda. Quasi come un rituale mensile,  ho prenotato una stanza d'albergo, la numero ventisei. L'appuntamento è per le ventuno di questa sera, tutto sembra essere nei programmi, perfino le pratiche burocratiche dell'ufficio. "Stasera che impegni hai?" fa capolinea Christopher con un mezzo sorriso; il mezzo sorriso di... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: