scala reale – quinta parte

(…)

E’ un pezzo di carta.

Non lascia il tempo di chiedere altro se ne va anche lui – lo infilo nella borsa, leggerò dopo-

___________________________

“John”

mi osserva accarrezzandomi il viso “vieni con me, ho prenotato una zona per noi, non solo tu puoi”

Lo seguo, restiamo a due passi di stanza, mi guardo alle spalle, come se qualcuno mi avesse chiamato ancora fra la gente. Andiamo verso verso un’altra zona dell’albergo, man mano che procediamo, restiamo soli “dove siamo?” è una parte dell’edificio che non conosco.

Vengono incontro dall’altra parte del corridoio illuminato da una luce calda, una coppia vestiti di smoking, camerieri?

Il tappetto richiama quello del piano dove ho prenotato, sui muri una serie di quadri che non conosco, sembrano figure stilizzate. La parte inferiore del corriodio è rivestita di legno, richiama un tipo di arredamento shabby chic, ma non per i quadri.

La voce femminile, ancora prima di essere davanti a noi  “da questa parte signori”

“eccoci” esprime John, sembra entusiasta.

Sento un brivido risalirmi la schiena, l’adrenalina scorre veloce e mi sento più accaldata. Avverto la presenza di quel pezzo di carta nella clutch, come se stesse prendendo fuoco, vorrei leggerlo.

-“Giulia?”

Ci guardiamo, è bello riesco solo a pensare, abbasso le spalle in segno di resa,  proseguiamo.

La luce diventa più soffusa, ha preso tonalità più scure rispetto alla zona illuminata di dove eravamo prima – passa una carta lucida nera lungo una porta di accesso, si apre una porta a scatto.

“eccoci”

La coppia che ci aveva scortato in modo impercettibile e silenziosa si dilegua “avete a disposizione la sala fino a mezzanotte” questa volta parla la voce maschile.

Mi domando perchè non si siano lasciati vedere in viso, complice la luce in penombra, non ho avuto modo.

“John?”

Non risponde, entro prima di lui in quella che deve essere una stanza, un posto un poco esclusivo, a giudicare dalla zona e dalla modalità di accesso.

Capisco il motivo del suo entusiamo.

Davanti si esprime in bellezza ricercata una piscina al chiuso, attorno lunghe vetrate che danno sul cortile dell’albergo, sul retro. Dai pannelli filtra la luminosità riflessa della luna, le luci soffuse,  il resto è pavimento lastricato di pietre levigate, il tacco risuona, come fosse un eco. Li sfilo, lascianoli appena oltre la porta.

“E’ magnifico”

Il bordo della piscina e l’interno della piscina sembra marmo, ma di un tipo ruvido. Noto in parte ad essa un bacone lucido, qualche bottiglia di liquore ed una di spumante con un fiocco nero, due calici accanto.

“spogliati” sembra un ordine o una richiesta –

Proseguo a piedi scalzi, faccio dei passi in avanti. Piacevole il massaggio ai piedi, poter camminare qui.

Ignoro la richiesta, fino a quando non sono arrivata al bancone, trovo una bottiglia di spumante

-“cosa festeggiamo?”-

-“la nostra notte, questa lunga notte”- fa, stringendo la bottiglia per aprila

Adagio il vestito sopra il bacone, lontano dai calici, ho messo nulla sotto

-“e se mi bagno i capelli” – rifletto ad alta voce

-“non sarà l’unica cosa”-  abbozza, dandomi uno dei due calici che ha riempito.

Ha un sapore diverso dal solito, meno frizzante e forte -“sembra diverso dal solito”

-“non esaergare”- sussurra a bassa voe, ho un brivido ed una forte nausea – dev’essere l’acool e lo stomaco vuoto che si stanno facendo contro.

“vai pure, ti raggiungo” esprime, toglie i vestiti con cura e lentezza.

Mi immergo lentamente nell’acqua, è tiepida, una gradevole sensazione sale dalla punta dei piedi fino al seno. La nausea ha lasciato posto ad una sensazione di intorpidimento.

___________________________

https://i.pinimg.com/originals/a0/99/ec/a099ecef311f66492832551f7399331a.jpg

Annunci

Una risposta a "scala reale – quinta parte"

Add yours

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: