ApiediscalzI – la rinascita

Ho riaccolto cocci e sembrava un po’ come i vasi cinesi

Di quelli che usano colate d’oro per riempire crepe

Non ne avevo forse abbastanza e non ne ero convinta, non avevo tecnica

E

Ho barattato metri di profondità per una personale sicurezza

non sento più il bisogno di riempire vuoti

Li lascio a se stessi, sbircio attraverso

Come un bambino con una lente di ingrandimento, che gioca con file di formiche , per poi lasciarle al loro corso

Un po’ come

Dopo aver analizzato ciò che di negativo …

..

strozzava il fiato

impari a lasciare andare e a non trattenere

Lasciando che i dolori scorrano fluidi e confluiscano nel posto che gli appartiene

Al passato

E così come ogni giorno

La stessa preghiera che mi ha forgiato nuova, ma sempre la stessa.

Non essere ciò che hai odiato

7 pensieri su “ApiediscalzI – la rinascita

E tu, cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...