il conforto;-

https://www.youtube.com/watch?v=ZOdcrDOZ4W0 ... debolmente di nuovo in preda a nuovi pensieri voglio tu resti, ora e qui, in questo ultimo girone come non mai aggrappata a me e all'idea che possiamo farcela, resta come fosse la cosa più giusta, anche se dubito nel dirtelo per timore sia solo un illusione ho in mente progetti che mi... Continue Reading →

Annunci

sviluppARSI

Esco di casa solo se ho cose da fare Perché fuori perdo sempre il mio cellulare Tengo sotto controllo il problema, è normale So che dovrei cambiare sistema solare Il mondo è pieno di hater e già lo sai Sorridi in foto così li confonderai Nessuno crede veramente in ciò che fai Spero che Dio... Continue Reading →

TabulaRasa

“Si comincia con uno spazio bianco. Non dev’essere necessariamente carta o tela, ma secondo me dev’essere bianco. Noi diciamo bianco perché abbiamo bisogno di una parola, ma la definizione giusta è «niente». Stephen King, da “Duma Key” 2008, Premio Bram Stoker

candeggina tra i pensieri

Non so, quando non è il periodo giusto... riordino. Inizio dagli spazi trascurati, reinvento. Sposto il vaso bianco impolverato al centro di un tavolino nuovo e lucido, perfettamente al centro. Passo l'aspirapolvere più del solito, porto le tende in lavanderia spolvero tra i libri della libreria, ne butto alcuni. Cambio posto ai vestiti, controllo i... Continue Reading →

Sempre le parole giuste trovi

Fuoriposto È stato vano il tentativo di farti ragionare sull'amore. Ma entrambi sappiamo e sentiamo. Ciascuno conosce i sogni buttati al rogo e la realtà che infiamma. Dovremmo trovare il coraggio di cambiare le cose. La forza di ascoltarci. E invece stiamo muti di fronte ai chilometri spezzàti e ricomposti. A parlare è la bellezza... Continue Reading →

Stai lasciando scorrere gli eventi…

La stessa lingua prima mi rimproverò, tanto da farmi arrossire di vergogna, e poi mi riconfortò; Divina Commedia "il canto dei giganti" l'Inferno parte XXXI Stai lasciando scorrere gli eventi, sembra abbiano preso un loro paradossale corso; per il momento non hai chiaro il motivo, ma è come vedere una cascata ghiacciata che spazza via... Continue Reading →

Paura d’amare?

Estratto da un articolo .. Solitamente tra l’altro riconoscerete queste persone dal tempo esagerato che investono nei riguardi di attività che esulano completamente dai rapporti amorosi. In pratica questi individui riempiono i loro vuoti con una dedizione esagerata verso la loro professione, con letture eccessive, frequenti viaggi, interesse smodato per sport e politica, e tutto... Continue Reading →

Un paio di caffè

Siamo in uno dei bar del centro più frequentati, clienti viziati, camerieri sbadati e forgiati dentro la divisa da pinguini. …“Il suo caffè lungo signora” passa il cameriere lasciando la tazzina al centro del tavolino ad angolo. “Grazie” lo servì “desidera altro, ripasso” accenna ancora l’altro. “No, sono apposto cosi” gli rispose lei, un volto familiare del posto.... Continue Reading →

… tu hai tempo?

mi perdevo ci riprovavo tiravo la corda tornavo indietro saltavo in avanti Avevo addosso la sensazione di smarrimento, di sbagliare ambivo: cacciarla nel più profondo nasconderla ai predatori. Lui, soltanto. Mi conosceva bene, ad un passo dal non ritorno mi chiedevo ancora quando avrei mollato la presa per altri viaggi, inaspettatamente attendevo l'attesa con timore reverenziALE... Continue Reading →

ero perso, totalmente..

Ero perso, totalmente, come se non ne capissi nulla. L'unica cosa che focalizzavo a mente persa era "agire", qualsiasi cosa, qualsiasi momento doveva portarmi a trovare un'azione, un movimento, volevo riempire gli attimi fino a soffocarli, possibile? Sentivo addosso i commenti spiacevoli, non c'è la farà mai, chi si crede di essere, ma dove ha... Continue Reading →

vado a raccogliere emozioni…

Mi piacciono i suoni della tua presenza, so che sei qui. Da qualche parte in giro nei miei giorni. Fai scorrere l'acqua dal rubinetto, prendi l'asciugamano dal ripiano. I passi scalzi, mentre cammini per le stanze in cerca di un libro, in mano la tua tazza di caffè americano. Stracci fogli, sposti libri, scrivi sui post-it. Picchietti sul tavolo di... Continue Reading →

L’unica ragione, V, ultimo capitolo

“C’è il caffè per te sullo specchietto” dice con tono alterato, potrebbe essere lei l’offesa? Bevo in un sorso, ci voleva. Infilo l’accappatoio “dormo sul divano” annuncio prima di uscire dal bagno. La stanchezza cala addosso come manto pesante, prendo sonno non appena mi sdraio. Durante la notte mi sveglio ad intervalli, sembra una battaglia a... Continue Reading →

Nessuna via di scampo

Strofino inesorabilmente, strofino ininterrottamente, strofino inconsapevolmente, il senso di colpa non si leva, le lacrime non cessano, i ricordi non scompaiono, strofino, strofino, strofino, i pensieri sono un caos, le parole diventano mute, il suono è assordante, strofino inesorabilmente, strofino ininterrottamente, strofino inconsapevolmente, la realtà è incredula, il sonno un rifugio, il limbo la salvezza,... Continue Reading →

L’unica ragione, IV

..la sua attesa è un’occasione ed una condanna. Controllo con la coda dell’occhio la moka, intendo concederle il tempo che venga su il caffè. Riempio la distanza tra il piano di cucina e la sedia dove ha preso posto, l'espressione s' incupisce. Penso voglia dire qualcosa, ma resta in silenzio, avverto il fremito, quando s'alza per venirmi incontro.... Continue Reading →

Perdita, non perdita

"Dove sei, dove sei?" "Qua, non mi vedi?" "Ti sento, ma ti ho perso." "Io ci sono, devi ritrovarmi tu." "Non posso, non voglio, devo non volerlo." "Io ti sto aspettando." "Io ti sto aspettando." "Io ti sto aspettando." "Un attimo, sì, un istante, eccoti. Ora. Sbiadisci." "Io ti sto aspettando."

gioco, carte, seduzione

"Non potresti giocare d'azzardo neanche se al posto dei soldi ci mettessero i biscotti" Gabriel stava gironzolando per la stanza con indosso solo l'asciugamano. Non sembrava avesse ancora voglia di rivestirsi. Traeva un preoccupante piacere nel saper giocare con la sua ingenuità. Lei rivolse un sorriso tirato. Tirò alla cieca una spazzola che stava usando per i nodi.... Continue Reading →

Sentimenti, Narcisisti, Ricatto Sociale

Oggi giornata particolare, come tanti giovani si cerca lavoro e di costruire un futuro, chissà dove sepolto.. (forse sotto le riforme dei nostri politici?). In ogni caso, tra colloqui e curriculum, esami universitari (più o meno ben riusciti), non dimentico la mia passione per le vicende di chi conosco e per ciò che scaturisce dai... Continue Reading →

Infanzia

Sta cammindando su una superficie d'acqua. Lo trovo ammirevole e nel contempo ironico, considerando i millimetri di profondità. Ciò non lo disturba, si crede Dio lo stesso. Sta osservando come il riflesso dei suoi piedi gli provochi un senso di freschezza estiva, sebbene l'autunno sia alle porte. Chiede di fargli una foto, vuole ricordarsi che... Continue Reading →

Abitudine o convenzione?

L'amore può essere muto, indifferente, asfissiante, senza contatto, senza il bisogno di cercarsi? Che sentimento è, se è privo delle più belle emozioni? Vi sono persone insieme da diverso tempo, che non hanno il coraggio di lasciarsi, quando vedono e capiscono che oramai il loro non è più amore. Persone che restano insieme solamente per... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: