12 gennaio 2016

Si sentiva in colpa per ciò che aveva attorno, con indosso un terribile senso di insoddisfazione e incapacità. Senza dirselo apertamente si definiva un malato cronico dentro una società a più patologie. Quanto avrebbe voluto capire, come fermare quel treno impazzito che era la sua Vita. Mentalmente si vedeva bene su un molo al porto,... Continue Reading →

Annunci

– personale –

Ci credo Credo in ciò che hai fatto e perché è stato Credo nelle tue parole Nei tuoi gesti Nei tuoi silenzi Ti ho capito e rispetto come non mai Amo la forza attraverso la quale ti rialzi Amo il dolore che stai affrontando Per quanto scostante sia da ciò che vorresti avere ed essere... Continue Reading →

TabulaRasa

“Si comincia con uno spazio bianco. Non dev’essere necessariamente carta o tela, ma secondo me dev’essere bianco. Noi diciamo bianco perché abbiamo bisogno di una parola, ma la definizione giusta è «niente». Stephen King, da “Duma Key” 2008, Premio Bram Stoker

vivere

Forse non l'hai saputo dal più basso senso di colpa quando guardo al futuro un progetto personale un progetto unidirezionale hanno scambiato l'orgoglio con la cattiveria la velleità con un sorriso di cortesia di che pasta sei fatto? E' un puro ingegno restarsene al sole mentre sai che è solo un illusione dietro l'angolo l'ennesimo... Continue Reading →

Sentimenti, Narcisisti, Ricatto Sociale

Oggi giornata particolare, come tanti giovani si cerca lavoro e di costruire un futuro, chissà dove sepolto.. (forse sotto le riforme dei nostri politici?). In ogni caso, tra colloqui e curriculum, esami universitari (più o meno ben riusciti), non dimentico la mia passione per le vicende di chi conosco e per ciò che scaturisce dai... Continue Reading →

aperitivo e un buco di pensieri

Un semplice aperitivo, ha scantenato l'inferno! bene bene bene... allora con l'ultimo tipo? - ragazza convinta di essere ad un semplice aperitivo l'ultimo tipo? un altro bla,bla,bla - ragazza convinta di non essere ad un semplice aperitivo -arriva il barman con i due spritz, taglia la corda, ha fiutato il pericolo. La ragazza non convinta... Continue Reading →

Doppio nodo, un solo filo

Stava già cambiando. Lo sentiva nell'aria, ne avvertiva le vibrazioni. Un contatto sospeso nel vuoto, trascinato dal vento e riportato indietro. Effetto boomerang. Gli bastava la sensazione che qualcuno  s'era svegliato accanto al suo pensiero. Gli alleggeriva la giornata, se ne innamorava platealmente. Chi può dirlo se del pensiero o della presenza? Stava già cambiando,... Continue Reading →

Fallo e basta

Chiudere il telefono in faccia è infantile, terribilmente vecchio quanto  inutile. "Pronto?" "Pronto? Cosa vuol dire organizzarsi?" "Beh (pausa)  solitamente vale a dire scegliere un posto e un orario per veder..." "Mmh, si, l'ho letto sul dizionario. Spara un momento" "Non so, dimmi tu, domani..post domani, Sab.." "No, nel fine settimana sono via, da sabato... Continue Reading →

Vendesi.. Annuncio

Vita a 20 anni, ottima salute, fisico asciutto, quasi in forma. Organi vitali apposto, un pó ammaccato il propulsore del cuore. Polmoni ben areati, alveoli aperti. Fegato quanto basta, ma pancreas inacidito negli anni. Reni funzionanti, filtrano bene le sbornie altrui. Danni visibili: miopia. Capacità intellettuali nella media, cinque sensi "da revisionare". Note per l'acquirente:... Continue Reading →

Chapeau

Ho aperto la finestra, fuori c'era ancora luce eppure dentro stavo già dormendo. Ho fumato l'ultima sigaretta che hai dimenticato, mentre mi spogliavo dei pesi di una giornata finita. Ho iniziato questo giorno lasciando che la Vita aspirasse da me le energie che le avevo riservato, la notte prima. Mentre lascio che questi anelli di... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: