vivere

Forse non l'hai saputo dal più basso senso di colpa quando guardo al futuro un progetto personale un progetto unidirezionale hanno scambiato l'orgoglio con la cattiveria la velleità con un sorriso di cortesia di che pasta sei fatto? E' un puro ingegno restarsene al sole mentre sai che è solo un illusione dietro l'angolo l'ennesimo... Continue Reading →

Annunci

Honorè De Balzac

Essa era bella per sovrapposizione. Felice, sarebbe stata incantevole: la felicità è la poesia delle donne, come l'abito elegante ne è il belletto. Se la gioia di una danza avesse impresso i suoi riflessi rosati su quel pallido viso, se le dolcezze di un'esistenza elegante avessero arrotondato e colorito quelle guance già un poco scavate,... Continue Reading →

La differenza

Parlavamo tanto, discutevamo, ci urlavamo addosso, stavamo in silenzio. In uno di quei momenti restai in silenzio,  succedeva spesso, guardando oltre il finestrino della macchina. Credo che soppesò le sue parole prima di parlare. Disse che ognuno porta dentro di sé  una parte sconfitta, una parte celata e sofferente. Disse che è proprio questa a... Continue Reading →

Gradisce altro, signora?

Sta caricando settanta piatti sulle braccia, saranno le prime portate della serata. Nello sforzo di non cadere, urlare "passo", guardarsi attorno, sta ringraziando le ore in palestra. Poggia i piatti e corre con le prime portare in sala, il chiodo fisso di far cadere qualcosa, fare brutta figura, essere licenziato o perdere i soldi. Già i... Continue Reading →

aperitivo e un buco di pensieri

Un semplice aperitivo, ha scantenato l'inferno! bene bene bene... allora con l'ultimo tipo? - ragazza convinta di essere ad un semplice aperitivo l'ultimo tipo? un altro bla,bla,bla - ragazza convinta di non essere ad un semplice aperitivo -arriva il barman con i due spritz, taglia la corda, ha fiutato il pericolo. La ragazza non convinta... Continue Reading →

Doppio nodo, un solo filo

Stava già cambiando. Lo sentiva nell'aria, ne avvertiva le vibrazioni. Un contatto sospeso nel vuoto, trascinato dal vento e riportato indietro. Effetto boomerang. Gli bastava la sensazione che qualcuno  s'era svegliato accanto al suo pensiero. Gli alleggeriva la giornata, se ne innamorava platealmente. Chi può dirlo se del pensiero o della presenza? Stava già cambiando,... Continue Reading →

Il dente del giudizio

Dov'eri mentre tutto perdeva di significato? A fare finta di niente, ecco dove. Pensarci prima. A pensarci bene. L'idea di temporeggiare sino ad arrivare alla conclusione, è deleteria. Rimandare una conclusione è come aspettare che ti tolgano il dente del giudizio, non vedi l'ora, ma sai che farà male...era meglio prima, dici, quando non sentivo... Continue Reading →

Fallo e basta

Chiudere il telefono in faccia è infantile, terribilmente vecchio quanto  inutile. "Pronto?" "Pronto? Cosa vuol dire organizzarsi?" "Beh (pausa)  solitamente vale a dire scegliere un posto e un orario per veder..." "Mmh, si, l'ho letto sul dizionario. Spara un momento" "Non so, dimmi tu, domani..post domani, Sab.." "No, nel fine settimana sono via, da sabato... Continue Reading →

Retorica irrazionale

Sarà che siamo creature egoiste, passiamo molto tempo della nostra vita a pensare semplicemente a noi stessi. Avere la certezza che siamo fondamentalmente buoni aiuta a guardarci in faccia. Pensare che ciò che faremo avrà, nella migliore delle ipotesi, un tornaconto. Eppure siamo solo di passaggio, tutto ciò di cui ci serviamo in questa vita è... Continue Reading →

reminiscenza

Piaceva anche solo l'idea, le idee sono atemporali, non so bene dove collocarle in questo presente. L'idea che si poteva cambiare, impazzire, rivoluzionare... invertire il sistema, qualsiasi cosa. Si poteva fare. Come quando inserisci l'ultimo pezzo del puzzle e guardi l'insieme che hai messo su, magnifico non trovi? Ecco, mi bastava l'idea per rincorrerla. Un... Continue Reading →

Scarica di pensieri

 Il vento tra i capelli guidando la macchina una bottiglia di birra sulla spiaggia dopo aver fatto l'amore passeggiare in riva al mare, un lago, un fiume ascoltare socchiudere una porta l'odore fresco di vernice  il mare in tempesta e i tuoni ballando un lento improvvisare  un battito una coccinella come tatuaggio ubriacarsi vincere  perdere  sognare ... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: