a presto !

e ora di dare forma al contenuto.. per un po' ci sarà un periodo di inattività, spero che comunque passiate a lasciare un vostro pensiero ! apiediscalzi a presto! immagine tratta liberamente dal web

Annunci

cos’altro?

Il gran turismo dei pensieri la capitale del dubbio nel mezzo dell'ipotalamo un percorso tracciato dall'immaginazione sbarrato dall'incertezza e poi, l'apertura di una diga nel mezzo di un torrente in piena immagine tratta liberamente dal web

” no news, good news “

“no news, good news” questa frase può rendere ciò che può essere un’unità di terapia intensiva neonatale, perché è di questo che andrete a leggere. Da dove partire? Partiamo dalle basi, l’autore! Per chi come me ha da sempre avuto un’attrattiva per ciò che può essere il mondo della psicologia, venire a conoscenza di questo... Continue Reading →

vivere

Forse non l'hai saputo dal più basso senso di colpa quando guardo al futuro un progetto personale un progetto unidirezionale hanno scambiato l'orgoglio con la cattiveria la velleità con un sorriso di cortesia di che pasta sei fatto? E' un puro ingegno restarsene al sole mentre sai che è solo un illusione dietro l'angolo l'ennesimo... Continue Reading →

vado a raccogliere emozioni…

Mi piacciono i suoni della tua presenza, so che sei qui. Da qualche parte in giro nei miei giorni. Fai scorrere l'acqua dal rubinetto, prendi l'asciugamano dal ripiano. I passi scalzi, mentre cammini per le stanze in cerca di un libro, in mano la tua tazza di caffè americano. Stracci fogli, sposti libri, scrivi sui post-it. Picchietti sul tavolo di... Continue Reading →

hai programmi? #disattese

"Prendi qualcosa con me?" lei, non ha mai fatto proposte "perchè no" chissà che non sappia che in vero non aspetto altro. "Sembra la serata giusta dei falsi programmi" ecco che ritorna la sua vena sarcastica. "Suvvia, allora, caffè? Apertivo? Analcolico alla frutta (...)" non mi ascolta, ferma il mio discorso "caffè corretto" dove sta guardando, oltre la vetrata? Lei mi piace,... Continue Reading →

libertà e prigionia

l'idea era tutto una linea immaginaria sopra la testa a cui aggrapparsi e lasciarsi andare l'idea poteva cambiare tratti distinti di un medesimo disegno l'idea mi piaceva l'insieme di tutto ciò che era o poteva essere l'idea, la sola idea cullava i restanti pensieri, sudditi ubbidienti l'idea regnava e i pensieri ubbidivano come fedeli cani... Continue Reading →

Il bicchiere per due

Speciale quanto basta. Accorto nei discorsi e nei modi. Consapevole del peso di un giudizio, dell'importanza delle parole. Sincero in linea di principio, sleale per difesa. Corretto, come il caffè, un amaro che copre il gusto. Vai oltre e scopri che ti piace. Disinvolto per natura, inibito per l'occasione. Creativo. Mente vivace, sorridente. Di quel... Continue Reading →

Fallo e basta

Chiudere il telefono in faccia è infantile, terribilmente vecchio quanto  inutile. "Pronto?" "Pronto? Cosa vuol dire organizzarsi?" "Beh (pausa)  solitamente vale a dire scegliere un posto e un orario per veder..." "Mmh, si, l'ho letto sul dizionario. Spara un momento" "Non so, dimmi tu, domani..post domani, Sab.." "No, nel fine settimana sono via, da sabato... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: