Solo

Non mi resi conto, sino ad allora, di quanto realmente soli siamo per tutta la nostra avventura qua sulla terra. Aveva gli occhi così spenti, sbiaditi, persi, velati da una solitudine così evidente. Le rughe non erano sorprendentemente pronunciate, ma le mani, le mani, tremavano senza un motivo preciso, mani fragili e titubanti, mani incerte.... Continue Reading →

Annunci

Sinfonia secondo sentimento

Scrivo, Scrivevo, Ho scritto, Il verbo non aiuta So essere ciò che sono, tra simboli scritti Non trovo spazio nella folla Ho scritto quando ho perso fiducia, quando ho lasciato, quando ho provato a risalire, quando, invece, volevo solo lasciarmi andare. Il ritorno al principio è come immergersi in un ricordo, desiderando che torni al... Continue Reading →

ai lettori,

memoria mia, memoria scalza sentendo la terra tremare sotto i piedi è una storia d'inverno che volge al Capodanno come ogni anno, ma è diverso memoria scalza, memoria mia, resta fra le lettere intrappolata in tutto ciò che sono stata e sono che possa almeno essere un senso per chi legge.

perché è una società di sopravvissuti a se stessi ? prefazione

...è il preludio di un pensiero distratto su un treno in corsa quando hai le fermate ed i loro cartelli che scorrono davanti agli occhi , anche se sono ostacolate dalla capigliatura del vicino ho addosso un profumo maschile ed uno femminile frutto di un indecisione quasi malsana che mi porta e pensare che il... Continue Reading →

inespresso

La superficialità è un vizio capitale. Qualcuno dovrà aggiungerlo alla lista dei vizi e dei peccati. Ed è il sintomo del Male del nostro Tempo. musa 19Giugno2015 fluido distacco dal reale Resta in disparte dentro al canto degli sconfitti senza pensare di essere l'ennesimo tra i vinti pentimento e ricongiungimento un senso di inespresso dentro

Apiediscalzi

discussa pedina dello scacco matto partita in spareggio una dichiarazione di indipendenza firmata col rancore fermo restando in attesa di un riscatto di chi era la mano vincente in mezzo alla polvere dei perdenti?   estraniata dal famigliare ribatezzata a discapito fermo restando che era ed è una dichiarazione di indipendenza firmata col rancore immagine... Continue Reading →

lottomatica fanatica

Treccani dice che... fanàtico è la persona mossa da fanatismo religioso, invasata da grande entusiasmo per la propria fede e intollerante d’ogni altra religione: un credente f.; un cristiano, un musulmano fanatico Per estens., di chi è mosso da passione forte ed esclusiva, da entusiasmo per un’idea, per un partito, o anche semplicemente da simpatia... Continue Reading →

turno di pubblicazione…

è arrivato il mio turno di pubblicazione... good !! https://wordpress.com/post/bistrotapigalle.wordpress.com/25820865 Uno spazio per due, come le parti di un letto. C’è della sofferenza verso questioni generali, schizzi di nervosismo, ma da qui si vedono le luci della città, … mentre il traffico scorre ormai altrove, mi chiedevo se? Se non fosse per il colore delle... Continue Reading →

Tu

Sei tu che abiti tra questi pensieri che resisti tra i resti di qualche frammento sotto la pelle C'è ancora il senso di qualcosa inespresso, il bisogno di un contatto Dovresti essere quella che non perdona quella che ha qualcosa in cui credere  una scusa per rimandare quella che potrebbe fare la differenza Sei ancora... Continue Reading →

Sei libero di scegliere?

Ero al lavoro, niente di speciale, quando mi è caduto il portafoglio dal nulla "questo di chi è?" mi volto verso  il pizzaiolo "mio, passa qui, sennò sono rovinato" sorride lanciando quel rettangolo nero oltre la mensola per le verdure "peccato sia vuoto dentro" "l'importante è la salute" rido, in fondo ci credo in questo. E' passata... Continue Reading →

vivere

Forse non l'hai saputo dal più basso senso di colpa quando guardo al futuro un progetto personale un progetto unidirezionale hanno scambiato l'orgoglio con la cattiveria la velleità con un sorriso di cortesia di che pasta sei fatto? E' un puro ingegno restarsene al sole mentre sai che è solo un illusione dietro l'angolo l'ennesimo... Continue Reading →

hai programmi? #disattese

"Prendi qualcosa con me?" lei, non ha mai fatto proposte "perchè no" chissà che non sappia che in vero non aspetto altro. "Sembra la serata giusta dei falsi programmi" ecco che ritorna la sua vena sarcastica. "Suvvia, allora, caffè? Apertivo? Analcolico alla frutta (...)" non mi ascolta, ferma il mio discorso "caffè corretto" dove sta guardando, oltre la vetrata? Lei mi piace,... Continue Reading →

Il bicchiere per due

Speciale quanto basta. Accorto nei discorsi e nei modi. Consapevole del peso di un giudizio, dell'importanza delle parole. Sincero in linea di principio, sleale per difesa. Corretto, come il caffè, un amaro che copre il gusto. Vai oltre e scopri che ti piace. Disinvolto per natura, inibito per l'occasione. Creativo. Mente vivace, sorridente. Di quel... Continue Reading →

I tanti e poi, il singolo.

Treccani definisce "reminiscènza, il ricordarsi in modo vago ed impreciso di una cosa quasi dimenticata" Loro, si lamentavano per le dimostranze di affetto, non capivano che sarei tornato indietro solo se avessero smesso di strattonarmi il cuore e solo se, avessi smesso di strattonarmi me medesimo; Lamentavano sorrisi mancati e non capivano, anche se fossi... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: